Guida al preventivo di assicurazione per le auto storiche

Nella guida che segue scopriremo tutto ciò che è importante sapere sui preventivi per le auto storiche e d’epoca, a partire dalla richiesta fino al confronto tra i preventivi ricevuti. Cominciamo dalla richiesta del preventivo.

(Potrai leggere il resto dopo, con calma.)


A chi richiederlo

Un preventivo di assicurazione per auto d’epoca può essere richiesto, come avviene per le assicurazioni standard, con tre modalità:

  • In un’agenzia assicurativa
  • Sul sito di una compagnia
  • Tramite un comparatore di polizze online

La prima modalità, cioè la richiesta di persona presso un’agenzia fisica, è la più dispendiosa in termini di tempo, in quanto per ottenere più preventivi diversi è necessario recarsi presso diversi uffici, con un investimento di tempo che può diventare significativo.

La seconda modalità consiste nel richiedere un preventivo per un’assicurazione di un’auto storica o d’epoca online, tramite il sito delle compagnie più o meno note. In questo caso l’investimento di tempo è più ridotto rispetto alla prima opzione, ma il tempo necessario per inserire più volte i dati richiesti potrebbe comunque non essere trascurabile.

La terza opzione, che è quelle che consigliamo, consiste nell’utilizzare e un comparatore di polizze online. Questa terza opzione consente di ottenere più preventivi contemporaneamente, senza la necessità di dover inserire più volte i dati richiesti.

Si tenga inoltre presente che per la richiesta di un preventivo di assicurazione per auto d’epoca, non sempre è semplice individuare la compagnia assicurativa in grado di offrire il servizio. Infatti non tutte le assicurazioni hanno prodotti specifici per questa tipologia di auto, e potrebbero quindi proporre una polizza standard.

Assicurazione standard o per auto d’epoca?

Nulla vieta in realtà di assicurare un’auto d’epoca o storica con un’assicurazione di tipo tradizionale, pensata cioè per le auto più recenti. Tuttavia la scelta di una polizza non specifica potrebbe comportare costi maggiori per il contraente, in quanto di solito i prodotti assicurativi per le auto d’epoca presentano prezzi inferiori, con percentuali anche molto rilevanti (ma variabili in base alla compagnia).

Inoltre un’assicurazione per auto d’epoca potrebbe presentare dei vantaggi anche per le modalità di calcolo del premio; si tenga presente a questo scopo che non sempre infatti viene applicata la formula del bonus/malus, ma che possono essere presenti altre modalità di calcolo del premio.

Le assicurazioni in convenzione

Un preventivo di assicurazione per le auto d’epoca online dovrebbe essere sempre richiesto anche ad eventuali compagnie convenzionate. Facciamo riferimento in questo caso alle convenzioni con l’ASI o con le altre associazioni che rappresentano le auto storiche (per un approfondimento in merito potete leggere la guida che trovate qui).

Le associazioni delle auto storiche infatti molto spesso stipulano convenzioni assicurative speciali, che consentono di accedere a prodotti pensati esclusivamente per l’associazione a prezzi convenzionati. Per questo, qualora se ne avesse la possibilità, potrebbe essere utile richiedere un preventivo, tenendo però sempre presente che rivolgersi ad un’assicurazione in convenzione non significa necessariamente trovare il miglior prezzo sul mercato.

ATTENZIONE – quando un’auto è considerata d’epoca? Per essere considerata come tale, un’auto deve avere almeno vent’anni. Per questa data fa testo la prima immatricolazione o la data di costruzione, se certificabile. Non tutte le assicurazioni riconoscono però come d’epoca le auto datate, soprattutto per quanto riguarda le meno antiche, soprattutto se ancora in circolazione.

Caratteristiche del preventivo

Qualunque sia la modalità scelta per la richiesta del preventivo, il preventivo o i preventivi ricevuti avranno almeno una caratteristica comune. Infatti di norma il preventivo si compone di tre parti:

  1. RC auto
  2. Garanzie accessorie
  3. Servizi aggiuntivi

Anche per le auto d’epoca, la prima parte è sempre obbligatoria, in quanto necessaria per la circolazione sulle strade aperte al pubblico. Facoltative sono invece le garanzie accessorie, cioè le coperture assicurative diverse dalla responsabilità civile, e i servizi aggiuntivi.

Tra le più note garanzie accessorie ricordiamo ad esempio le polizze kasko, mentre tra i servizi aggiuntivi possiamo includere la tutela legale o il soccorso stradale.

Potrebbe però accadere che il preventivo non sia basato su queste tre parti della copertura assicurativa, ma che sia specifico per un prodotto ad hoc per le auto d’epoca. In questo caso consigliamo di prestare ancora maggiore attenzione a quanto diremo nel prossimo paragrafo.

Il confronto tra preventivi: a cosa prestare attenzione

Una volta ottenuti più preventivi, tramite le compagnie o con l’utilizzo di un comparatore online, è possibile passare alla fase più importante della scelta di un’assicurazione e cioè il confronto tra i preventivi per auto d’epoca ricevuti.

In primo luogo consigliamo di confrontare le polizze per quanto riguarda la validità della copertura; infatti non è raro che le polizze per auto d’epoca siano proposte con temporalità diverse, che derivano dal fatto che di solito un’auto d’epoca non viene utilizzata durante tutto il corso dell’anno.

In secondo luogo è bene confrontare tra loro le proposte di assicurazione verificando la presenza di clausole per l’utilizzo della vettura, che possono includere il numero di conducenti autorizzati alla guida ma anche gli ambiti di utilizzo della vettura.

Accade infatti talvolta che le polizze siano impostate per la guida esclusiva o ancora che consentano l’utilizzo della vettura solo in specifici contesti, che potrebbero ad esempio escludere gli eventi sportivi.

Anche i servizi aggiuntivi inclusi nell’assicurazione rappresentano una aspetto da confrontare, in quanto in alcuni casi potrebbero rivelarsi molto utili.

Un ultimo aspetto che consigliamo di considerare nel confronto tra polizze è la possibilità di ottenere un’assicurazione cumulativa. Con questo termine si intende l’opportunità di sottoscrivere una sola polizza per l’assicurazione di due o più vetture d’epoca. Questo tipo di assicurazione comporta di solito delle limitazioni nell’uso contemporaneo delle vetture.

Prima di effettuare la scelta tra i preventivi, consigliamo sempre di dedicare un po’ di tempo alla lettura dei materiali informativi forniti con il preventivo, analizzando soprattutto gli aspetti che potrebbero essere fondamentali per un utilizzo particolare che si intende fare dell’auto d’epoca, come potrebbe essere ad esempio la partecipazione ad eventi sportivi su strada.

Si tenga infine presente che il premio potrebbe essere influenzato anche dalle garanzie sul veicolo, che potrebbero rivelarsi molto importanti soprattutto per le auto più datate o di elevato valore storico.

Guida al preventivo di assicurazione per le auto storiche
5 (100%) 1 vote


⇒ Preventivi per Polizze Auto D'epoca

Ultimo aggiornamento: 15/11/2018

LINK UTILI - Alcune compagnie assicurative richiedono, per concedere tariffe assicurative agevolate, l'iscrizione all' ASI o all'FMI. Di seguito i link ai siti web delle federazioni:
Registro Storico Federmoto (FMI)
Autoclub Storico Italiano (ASI).

Hai dubbi? Facci una domanda!