- Assicurazioni moto

Nella guida che segue tratteremo gli aspetti da conoscere prima di scegliere una polizza moto, in modo da poter scegliere con semplicità la miglior polizza per le proprie esigenze assicurative.

Partiamo innanzitutto dal definire cosa si intenda per moto. Secondo il codice della strada un motociclo è un veicolo con due o tre ruote, il cui utilizzo comprende sia il trasporto di persone sia di cose.

Il termine motociclo indica quindi una categoria estesa che comprende più tipologie di veicoli, come motociclette, motocarrozzette, bici a motore e motocarri.

In questa guida, ma più in generale nella sezione del sito dedicata alle assicurazioni moto, utilizzeremo i termini generici moto, motociclo o motocicletta. Si tenga presente invece che quello che viene di solito identificato come motorino è un veicolo con cilindrata pari a 50 cc, tipicamente uno scooter (per questo tipo di veicolo e per la sua accusazione invitiamo a consultare la sezione del sito dedicata).

Tipologia di moto assicurabili

La definizione precedente ci aiuta a comprendere come l’assicurazione per moto riguardi un numero elevato di veicoli. Tutti i motocicli autorizzati alla circolazione su strada devono essere assicurati; solitamente però quando si intende assicurare una moto, è probabile che il veicolo in questione abbia una cilindrata pari a 50, 125, 250 o 600 cc, cioè le potenze di motore più comuni per questo tipo di veicolo.

Un’assicurazione moto può ovviamente riguardare però anche motociclette con cilindrata maggiore; si tenga presente a questo proposito che alcune compagnie assicurative richiedono la compilazione di preventivi particolari per quanto riguarda le cilindrate superiori ai 1500 cc.

Veicoli speciali

Oltre ai veicoli a due o tre ruote comunemente definiti motociclette, a questa categoria assicurativa appartengono anche veicoli speciali, come ad esempio le moto preparate con allestimenti su misura o adibite al trasporto di merci particolari o ancora al trasporto di più di due persone.

Per questo tipo di moto è richiesta un’assicurazione specifica, che tenga conto delle peculiarità del veicolo stesso e del suo utilizzo.

ATTENZIONE – la polizza moto è obbligatoria! La polizza moto è sempre obbligatoria per tutti i veicoli circolanti su strada. La legge 990/1969 infatti ha introdotto l’obbligatorietà della copertura assicurativa, almeno per quanto riguarda la responsabilità civile. Sono invece facoltative le altre coperture, anche se vivamente consigliate in molti casi.

Come funziona una polizza moto

Le polizze assicurative moto si compongono di tre parti:

  • copertura RC (responsabilità civile)
  • coperture accessorie
  • servizi aggiuntivi

La copertura per responsabilità civile (RC moto) è la parte obbligatoria dell’assicurazione, ed è necessaria per garantire un risarcimento per danni a cose, animali o persone diverse dal conducente e dalla sua moto. La polizza RC prevede massimali variabili, che possono essere aumentati secondo le varie opzioni proposte dalla compagnia assicurativa.

Ricordiamo che per massimale si intende la cifra massima che la compagnia di assicurazioni risarcisce a terzi per ogni incidente; per questo è sempre consigliato tenere i massimali il più elevati possibile.

Le coperture accessorie sono invece servizi assicurativi aggiuntivi, non obbligatori ma spesso altamente consigliati nelle polizze moto. Tra questi citiamo ad esempio la copertura per il conducente e il passeggero, le polizze furto e incendio, la copertura kasko o la polizza per i danni alla moto negli incidenti con colpa.

Nei servizi aggiuntivi rientrano invece tutti quei servizi non strettamente connessi all’assicurazione moto, ma che comunque possono rivelarsi utili in caso di incidente. Tra questi citiamo la copertura legale, o ancora l’assistenza stradale in caso di guasto o incidente alla moto.

La franchigia nelle assicurazioni moto

Un aspetto molto rilevante da tenere presente quando si intende assicurare una moto è la sottoscrizione di una polizza con franchigia.

La franchigia è una soglia di danno al di sotto della quale il risarcimento non è dovuto dall’assicurazione. La franchigia può essere espressa sia come percentuale sia con un valore in euro. Facciamo due esempi per comprendere meglio il funzionamento delle polizze moto con franchigia. Supponiamo che un centauro sottoscriva una polizza moto con franchigia pari a 250 euro. Dopo un incidente il danno è quantificato in 750 euro. In questo caso l’assicurazione risarcirà quindi 500 euro, pari al danno meno la franchigia.

Supponiamo invece che la franchigia sia pari al 10%. In questo caso essa ammonterà a 75 euro, e l’assicurazione sarà tenuta ad un risarcimento di 675 euro, pari cioè a 750 euro meno il 10% del danno.

Solitamente le polizze moto con franchigia richiedono un premio proporzionalmente minore rispetto a quelle di tipologia standard; consigliamo però di confrontare sempre tra loro più preventivi prima della sottoscrizione, magari utilizzando un comparatore di polizze moto online, uno strumento semplice e immediato per trovare la polizza moto migliore per il proprio bisogno di protezione.

Le polizze temporanee

Un’altra tipologia di polizza molto interessante per i motociclisti è quella delle polizze moto temporanee. Infatti è esperienza comune l’utilizzo della moto solo per una parte dell’anno (di solito nella stagione più calda). In questo caso una polizza temporanea potrebbe rivelarsi molto utile, in modo da non assicurare un veicolo fermo in garage per la maggior parte del tempo di copertura della polizza.

Esistono polizze temporanee con durate molto diverse tra loro, a partire da un giorno fino a quella semestrale. Per tutti i dettagli in merito a queste tipologie di polizza rimandiamo alle schede dedicate presenti sul sito.

DA SAPERE – polizze temporanee e pagamenti dilazionati. Le polizze temporanee non devono essere confuse con le modalità di pagamento della polizza stessa. Esistono infatti pagamenti della polizza dilazionati, con scadenze mensili o semestrali, che riguardano però polizze di durata maggiore, come le polizze annuali. Questo aspetto è molto importante sia per i pagamenti ma anche per quanto riguarda il rinnovo della polizza stessa.

Quanto abbiamo detto fino ad ora rappresenta una panoramica generale in merito alle assicurazioni moto; rimandiamo alle altre guide presenti sul sito, con approfondimenti dei singoli aspetti delle polizze moto (inclusi i consigli utili per risparmiare e a cosa fare attenzione durante la richiesta ed il confronto dei preventivi).

Guide consigliate