L’assicurazione per auto storiche non iscritte all’ASI

In questa guida parleremo delle assicurazioni auto non iscritte all’ASI o ad altri club o registri di rappresentanza delle auto storiche. Vediamo se e quando è possibile assicurare un’auto non iscritta, i requisiti di accesso alla assicurazioni per questo tipo di veicolo e il confronto tra i preventivi ricevuti per la propria auto d’epoca.

(Potrai leggere il resto dopo, con calma.)


ASI e auto non iscritte

Partiamo innanzitutto dal precisare perché si parli di assicurazioni per auto d’epoca non iscritte ASI. L’ASI, Automotoclub Storico Italiano, è la principale associazione nazionale per quanto riguarda la tutela e il riconoscimento delle auto e dei veicoli d’epoca.

L’iscrizione di un veicolo all’ASI ne certifica l’effettiva storicità ed è per questo riconosciuto come un requisito che dà la possibilità di accesso alle agevolazioni fiscali e alle assicurazioni per auto d’epoca.

L’iscrizione all’ASI permette inoltre di accedere a prodotti assicurativi convenzionati; tuttavia anche per un veicolo storico non è obbligatoria l’iscrizione a questa o ad altre associazioni.

Auto d’epoca non ASI

Come abbiamo detto poche righe fa, l’iscrizione di un’auto d’epoca all’ASI non è affatto obbligatoria. Un’auto può quindi essere considerata di valore storico a prescindere dalla sua iscrizione alle associazioni. Rimane fermo il requisito minimo per il riconoscimento di un’auto come storica, e cioè che siano trascorsi almeno vent’anni dalla prima immatricolazione o dalla costruzione dell’auto.

Questo non significa però che ogni auto di più di vent’anni possa essere considerata d’epoca. Infatti per il Codice della Strada in vigore, un veicolo per essere annoverato tra quelli d’epoca deve essere sottoposto a conservazione e tutela, fattore che esclude le auto datate ancora circolanti e non cancellate dai registri delle auto in circolazione.

Le assicurazioni per auto d’epoca non ASI

Anche le auto d’epoca non iscritte alle associazioni delle auto storiche possono usufruire dei vantaggi che i prodotti assicurativi pensati per queste categorie di vetture propongono.

Infatti solitamente un’assicurazione per auto ventennale presenta dei vantaggi rispetto ad una polizza standard. Ciò deriva dal fatto che si presuppone che un’auto d’epoca venga utilizzata solo saltuariamente; di conseguenza i rischi connessi all’uso dell’auto diminuiscono. Da ciò consegue che anche il premio richiesto sia inferiore rispetto a quello di un’auto non d’epoca, almeno per quanto riguarda la copertura per responsabilità civile.

È bene precisare che non tute le compagnie assicurative propongono assicurazioni specifiche per le auto d’epoca. Inoltre la non iscrizione all’ASI o ad altre associazioni di auto storiche potrebbe indurre la compagnia a richiedere la documentazione che attesti l’effettiva storicità del veicolo, soprattutto per le auto storiche più recenti.

Le compagnie assicurative, oltre alle polizze più classiche, propongono spesso prodotti pensati appositamente per l’assicurazione delle auto d’epoca, come le polizze cumulative. Questo prodotto consente di assicurare due o più auto d’epoca in un’unica polizza assicurativa, con un notevole risparmio anche in ordine di tempo rispetto alla sottoscrizione delle singole assicurazioni.

Un discorso a parte deve esser invece fatto in merito alle garanzie accessorie, cioè a quelle diverse rispetto alla RC auto obbligatoria per legge, anche sui veicoli storici. Questo tipo di coperture ha infatti un costo variabile a seconda della compagnia scelta e del valore dell’auto. Si pensi ad esempio alle polizze furto e incendio; nel caso delle auto storiche queste polizze vengono concesse dopo una precisa valutazione del valore dell’auto, soprattutto per quanto riguarda le auto storiche più antiche e di valore.

Non sempre il possesso di un’auto di più di vent’anni dà diritto di accesso ad un’assicurazione per auto d’epoca; qualora infatti l’assicurazione ritenga che l’auto è semplicemente datata ma non rientra tra i requisiti richiesti per un’auto d’epoca, potrebbe rifiutare una polizza specifica, indirizzando il cliente verso le polizze tradizionali per le autovetture.

ATTENZIONE – l’assicurazione è obbligatoria per le auto d’epoca? Per circolare su strada tutti i veicoli, auto d’epoca incluse, devono essere in possesso di un certificato assicurativo, che comprenda anche la sola RC auto. La circolazione è consentita anche con polizze di durata limitata, purché la validità sia confermata per l’intero periodo di utilizzo dell’auto.

Quanto costa assicurare un’auto storica senza ASI?

Abbiamo già detto in precedenza che l’assicurazione di un’auto storica ha di solito un prezzo più contenuto rispetto a quello di una vettura non d’epoca. I prezzi sono comunque molto variabili a seconda dell’assicurazione e delle garanzie scelte. Ad ogni modo si tenga presente che per assicurare un’auto d’epoca possono essere sufficienti tra i cento ed i duecento euro, per una polizza annuale.

Le particolari esigenze di utilizzo delle auto d’epoca hanno fatto sì che le assicurazioni proponessero anche prodotti alternativi alla classica assicurazione annuale. In questo senso potrebbero rivelarsi utili le assicurazioni temporanee, con durata da un giorno fino a sei mesi, pensate appunto per hi non utilizza continuativamente l’auto o per chi lo fa per periodi di tempo limitati.

Per tutti i dettagli relativi ai costi della assicurazioni per auto d’epoca, rimandiamo alla scheda dedicata, presente su questo sito.

I preventivi per auto ventennali

La scelta di un’assicurazione per auto ventennale passa sempre dalla stipula di un preventivo. Per questo, come in generale per tutti i prodotti assicurativi, consigliamo sempre di valutare tre o più preventivi prima della scelta.

Questo discorso vale soprattutto per le auto storiche, in quanto non è raro che la formulazione del preventivo stesso differisca rispetto a quelli a cui siamo maggiormente abituati per le auto non d’epoca.

La valutazione dei preventivi ricevuti dovrebbe essere quindi sempre un’operazione alla quale dedicare un po’ di tempo. In questa fase consigliamo di considerare non solo l’ammontare del premio richiesto, ma soprattutto le eventuali limitazioni all’uso dell’auto e i servizi assicurativi compresi nella polizza.

Ricordiamo infine che anche per le vetture ventennali lo strumento più utile da utilizzare nella ricerca è un comparatore di polizze online, cioè uno strumento che in pochi minuti e con l’inserimento di pochi dati è in grado di restituire più preventivi di compagnie diverse, in modo da offrire una scelta più ampia tra prodotti assicurativi simili.

Concludiamo ricordando che la richiesta di un preventivo tramite comparatore non è mai vincolante, e che qualsiasi preventivo può essere modificato gratuitamente prima della sottoscrizione.

L’assicurazione per auto storiche non iscritte all’ASI
5 (100%) 1 vote


⇒ Preventivi per Polizze Auto D'epoca

Ultimo aggiornamento: 15/11/2018

LINK UTILI - Alcune compagnie assicurative richiedono, per concedere tariffe assicurative agevolate, l'iscrizione all' ASI o all'FMI. Di seguito i link ai siti web delle federazioni:
Registro Storico Federmoto (FMI)
Autoclub Storico Italiano (ASI).

Hai dubbi? Facci una domanda!