Assicurazione auto di oltre vent’anni

In questa guida vogliamo affrontare un tema che molto spesso dà adito a dubbi in merito alle possibilità di assicurazione e cioè l’assicurazione delle auto più vecchie di vent’anni. Utilizziamo volutamente il termine vecchie e non invece d’epoca o storiche, perché ci possono essere differenze importanti in questo senso. Vediamo di chiarire meglio questo concetto e le possibilità assicurative per le auto più o meno datate.

(Potrai leggere il resto dopo, con calma.)


Cosa dice il Codice della Strada

Per fare chiarezza in merito alle assicurazioni per auto storiche di vent’anni, partiamo innanzitutto da ciò che dice il Codice della Strada in merito all’assicurazione dei veicoli d’epoca.

Il Codice prevede che possano essere considerati veicoli d’epoca i motoveicoli e gli autoveicoli eliminati dal pubblico registro automobilistico poiché non destinati alla circolazione ma alla conservazione.

Il CdS specifica inoltre che la tutela può avvenire sia da parte del pubblico sia di un privato; ne consegue che per essere considerati di valore storico i veicoli non devono necessariamente essere conservati in un museo, ma possono essere visti come tali anche quelli di proprietà del collezionista privato.

Da quanto detto in precedenza, deriva la necessità di iscrivere le auto, ma più in generale i veicoli d’epoca, agli appositi registri.

Tuttavia la questione non è semplice come potrebbe apparire.

I requisiti delle auto d’epoca

Un requisito fondamentale per poter considerare un’auto d’epoca è l’età della stessa. Devono infatti essere trascorsi almeno vent’anni dalla prima immatricolazione (o dalla fabbricazione) per poter considerare un veicolo come storico.

Questo non significa però che ciò sia un criterio sufficiente; in altre parole, il requisito dei vent’anni è fondamentale per la considerazione di un veicolo come storico, ma non è in realtà sufficiente a far considerare un’auto d’epoca ai fini assicurativi.

Il Codice della Strada sembra essere molto chiaro nella definizione di auto d’epoca, ma non è in realtà raro che le possibilità di utilizzo di un’auto d’epoca possano essere soggette a diverse interpretazioni.

Molto importante in merito alle possibilità di utilizzo del veicolo sono anche le decisioni degli enti locali. Regioni, province e comuni hanno infatti al possibilità di emettere ordinanze in merito alla circolazione delle auto storiche, che possono essere più o meno restrittive a seconda dell’orientamento dell’ente stesso.

A prescindere dalle possibilità di circolazione sulle strade aperte al pubblico, per ogni auto d’epoca permane la necessità della presenza di un’assicurazione, senza la quale non è concessa la circolazione nemmeno all’interno di eventi, manifestazioni o sfilate.

Auto di oltre vent’anni e assicurazioni

Torniamo ora all’aspetto più propriamente assicurativo per le auto di più di vent’anni.

Abbiamo già accennato come il requisito dei vent’anni da solo non sia sufficiente per poter considerare un’auto come d’epoca e di conseguenza accedere alle speciali tariffe assicurative che alcune compagnie predispongono per le auto appartenenti alla categoria.

In molti casi infatti è possibile che le compagnie riconoscano come auto d’epoca solo le auto con più di vent’anni iscritte a registri o ad associazioni di auto d’epoca, sia di tipo generico, sia quelle specifiche per un determinato marchio automobilistico.

SI tenga però presente che non tutte le assicurazioni dispongono di prodotti specifici per le auto d’epoca; consigliamo quindi di utilizzare sempre un comparatore di polizze auto online per poter individuare le compagnie che operano in questo settore e per poter ricevere preventivi personalizzati.

L’iscrizione ad una delle categorie potrebbe però non essere sempre necessaria. Alla presenza di alcune condizioni dimostrabili, come ad esempio l’effettiva storicità del veicolo, le compagnie assicurative possono comunque accettare la richiesta di assicurazione di un’auto di più di vent’anni come storica, secondo le specifiche condizioni richieste dall’assicurazione stessa.

L’iscrizione alle associazioni per le auto d’epoca

Iscrivere un’auto ad uno dei registri per le auto storiche è una scelta importante ai fini della ricerca di un’assicurazione auto storica. Infatti in molti casi l’iscrizione ad un registro riconosciuto è il solo requisito richiesto dalle compagnie assicurative per poter accedere alle assicurazioni per auto d’epoca.

L’iscrizione inoltre dà accesso ad una serie di vantaggi, che di solito comprendono anche la possibilità di sottoscrivere una polizza assicurativa a condizioni particolari, con un prezzo di solito inferiore rispetto a quello proposto dal mercato.

DA SAPERE – un’auto di più di vent’anni è storica? Anche se l’età dell’auto è il primo requisito per poter considerare d’epoca un’auto, questo da solo non è sufficiente per certificare la storicità dell’auto stessa. Non è infatti raro che le compagnie assicurative richiedano ulteriori requisiti, come la cancellazione dell’auto dal parco circolante o ancora l’iscrizione ad un’associazione di auto storiche.

La richiesta di iscrizione ad uno dei registri di auto d’epoca deve essere inoltrata dal possessore dell’auto, secondo le specifiche modalità previste da ogni associazione. Rimandiamo quindi ai siti internet o invitiamo a rivolgersi alla più vicina sede territoriale per avere informazioni in merito.

Assicurazioni per le auto d’epoca a tariffe agevolate

L’iscrizione di un’auto di vent’anni ad un club storico, consente di solito di accedere ad una delle polizze assicurative stipulabili in convenzione. Queste polizze presentiamo condizioni più favorevoli rispetto alla media delle polizze a mercato, e comprendono agevolazioni pensate appositamente per i possessori di auto d’epoca, come l’opportunità di adesione alle polizze cumulative, che consentono di assicurare più auto d’epoca con un’unica polizza. Sono invece e escluse le auto e i veicoli non riconducibili a questa categoria.

Specifichiamo però un aspetto spesso trascurato: nulla vieta di assicurare un’auto storica con una polizza standard. Questa scelta potrebbe essere però opinabile, in quanto di solito le polizze tradizionali hanno costi maggiori rispetto a quelli delle assicurazioni per auto di più di vent’anni.

Si tenga infine presente che la storia assicurativa della vettura, almeno negli anni più recenti, è determinante ai fini assicurativi, e che per questo motivo potrebbero esistere differenze anche importanti tra le offerte delle compagnie assicurative effettuate a contraenti diversi. In altre parole l’auto non è il solo fattore rilevante ai fini assicurativi, ma contano anche più in generale i fattori di rischio connessi all’utilizzo della vettura, mentre per altre coperture più specifiche, come le polizze furto o incendio, fondamentale è il valore di mercato dell’auto da assicurare.

Assicurazione auto di oltre vent’anni
Vota Questo Articolo


⇒ Preventivi per Polizze Auto D'epoca

Ultimo aggiornamento: 14/11/2018

LINK UTILI - Alcune compagnie assicurative richiedono, per concedere tariffe assicurative agevolate, l'iscrizione all' ASI o all'FMI. Di seguito i link ai siti web delle federazioni:
Registro Storico Federmoto (FMI)
Autoclub Storico Italiano (ASI).

Hai dubbi? Facci una domanda!