Assicurazione moto d’epoca: come funziona?

 

Scopriamo sette aspetti molto importanti da conoscere sull’assicurazione moto d’epoca, in modo da capire come funzioni e poter scegliere al meglio la propria assicurazione.

(Potrai leggere il resto dopo, con calma.)


1. Quando una moto è considerata d’epoca

Una moto è considerabile come d’epoca se sono trascorsi almeno vent’anni dalla prima immatricolazione. Nel caso siano state effettuate due o più immatricolazioni farà fede la prima, o in alternativa, la data di costruzione, quando dimostrabile.

2. Moto d’epoca e requisiti assicurativi

Il requisito dei vent’anni di età che abbiamo spiegato al punto precedente non sempre da solo è però sufficiente per le compagnie assicurative. Infatti alcune prevedono che per l’assicurazione di una moto d’epoca sia necessario un certificato che attesti l’effettivo interesse storico del veicolo. Ogni compagnia prevede però procedure diverse, che possono differire notevolmente da una compagnia all’altra.

3. L’iscrizione all’ASI, alla FMI o ad altri registri storici

I possessori di una moto d’epoca possono decidere di iscrivere sé stessi ed il proprio veicolo ad una delle associazioni italiane che rappresenta e tutela le moto storiche. Tra queste citiamo le due più famose per il nostro paese e cioè l’ASI (Automotoclub Storico Italiano) e la FMI (Federazione Motociclistica Italiana). Esistono tuttavia altre associazioni e registri storici, talvolta legati ad una marca specifica di moto.

L’iscrizione ai registri storici non è obbligatoria, almeno in linea teorica. Tuttavia potrebbe rivelarsi indispensabile per stipulare un’assicurazione qualora la moto d’poca non sia più in regola con la documentazione per la circolazione, come ad esempio nel caso in cui sia senza targa e sia stata radiata.

4. Le assicurazioni per moto d’epoca

Tra le cose da conoscere per sapere come assicurare una moto d’epoca, non possiamo non trattare delle assicurazioni specifiche per questo tipo di veicolo. Innanzitutto è bene sapere che non tutte le compagnie prevedono prodotti per le moto storiche o d’epoca. Nulla vieta comunque di sottoscrivere una polizza standard, nonostante questa scelta possa rivelarsi più dispendiosa rispetto ad una polizza pensata ad hoc per le moto d’epoca.

Qualora la moto sia iscritta ad una delle associazioni di cui abbiamo parlato in precedenza, è possibile accedere a speciali assicurazioni in convenzione, a prezzi di solito inferiori rispetto ai prodotti riservati ai non iscritti. Tuttavia ciò non significa che non esistano possibilità di risparmio maggiore, e per questo consigliamo sempre di confrontare almeno tre o quattro preventivi prima della scelta.

ATTENZIONE – quando l’assicurazione è obbligatoria? Secondo il codice della strada in vigore, le moto d’epoca per circolare sulle strade aperte al pubblico devono essere dotate almeno della copertura RC moto, cioè della responsabilità civile. In assenza della copertura le moto d’epoca non possono circolare, alla stregua di quanto avviene per tutti gli altri veicoli a motore.

5. Cosa fare se si possiedono più moto d’epoca

Nel caso in cui si sia in possesso di più moto d’epoca, è possibile richiedere all’assicurazione un prodotto specifico denominato polizza cumulativa. Questo tipo di assicurazione prevede che il contratto assicurativo sia unico per due o più moto d’epoca. Possono per esistere limitazioni nell’utilizzo contemporaneo di più veicoli, secondo modalità che variano da compagnia a compagnia.

6. Assicurazioni temporanee e moto d’epoca

Come avviene per le moto recenti, anche le moto d’epoca possono usufruire di assicurazioni di durata limitata, con periodicità da uno fino a sei mesi. Anche in questo caso è bene sapere che non tutte le assicurazioni che offrono prodotti per moto d’epoca dispongono di tutte le durate; tuttavia questo tipo di polizza dovrebbe essere presa in considerazione soprattutto nel caso in cui non si faccia un uso continuativo della moto, e varrebbe quindi la pena dedicare tempo alla ricerca qualora non si trovi immediatamente un’assicurazione che offra il prodotto. In questo caso un comparatore di assicurazioni per moto d’epoca online può rivelarsi molto utile.

7. Moto d’epoca, sport e competizioni

Nel caso in cui si utilizzi una moto d’epoca solo per eventi e competizioni sportive che si svolgono in apposte strutture (e non quindi sulle strade pubbliche), l’assicurazione per moto d’epoca non è necessaria, almeno per quanto riguarda l’RC moto. Potrebbero però essere consigliabili comunque coperture che tutelino da eventuali danni alla moto o al conducente.

Dopo aver spiegato come funziona un’assicurazione per moto d’epoca, concludiamo con un consiglio: qualunque sia l’esigenza di utilizzo della moto d’epoca, suggeriamo sempre di utilizzare un comparatore per avere l’opportunità di confrontare più preventivi, in modo rapido e gratuito.

 

Assicurazione moto d’epoca: come funziona?
5 (100%) 2 votes


⇒ Preventivi per Polizze Moto d'Epoca

Ultimo aggiornamento: 23/10/2018

ASSICURAZIONE MOTO EPOCA
PREVENTIVO GRATIS

Genertel offre prezzi agevolati per i veicoli d’epoca.
La tariffa storica è riservata solamente alle
autovetture e motoveicoli regolarmente
iscritti al registro ASI o FMI e con certificato di storicità
in corso di validità.



ASSICURAZIONE PER MOTO D'EPOCA
Assistenza in Chat e Telefono
In caso di inutilizzo della tua moto puoi sospendere l'assicurazione e riattivarla gratuitamente direttamente online e via app in qualunque momento. Coperture previste:
  • Furto e incendio
  • Tutela danni da veicoli non assicurati
  • Assistenza Legale
  • Assistenza Stradale Estesa e Top
  • Infortuni del Conducente
  • Collisione animali selvatici
  • Minikasko
  • Minikasko Abbigliamento
  • Protezione imprevisti

LINK UTILI
- Registro Storico Federmoto (FMI)
- Autoclub Storico Italiano (ASI).

Hai dubbi? Facci una domanda!