Il preventivo per assicurazione casa: come funziona

Nella guida che segue scopriremo tutto ciò che è utile sapere prima di effettuare un preventivo di polizza per la casa, a partire dalla richiesta di preventivo fino al confronto tra prodotti assicurativi diversi.

(Potrai leggere il resto dopo, con calma.)


La richiesta del preventivo casa

Partiamo innanzitutto dalla richiesta del preventivo, che può essere effettuata in tre modi, e cioè tramite:

  • Un’agenzia assicurativa
  • Il sito web della compagnia
  • Un comparatore online

Tra le tre modalità consigliamo di utilizzare i siti web delle compagnie, o per un maggiore risparmio di tempo, i comparatori, che permettono di ottenere molti preventivi nello stesso tempo e senza la necessità di inserire più volte i dati richiesti.

Del vantaggio delle assicurazioni casa sottoscritte online rispetto alle polizze sottoscritte in maniera tradizionale, abbiamo parlato nella scheda dedicata alle assicurazioni casa online, alla quale si rimanda per conoscerne i vantaggi e per tutti gli approfondimenti del caso.

I dati necessari

I dati necessari per la richiesta dei preventivi di assicurazione casa non differiscono tra assicurazioni tradizionali e compagnie online; nella guida faremo riferimento alla sottoscrizione di una polizza online, simulando l’effettiva richiesta di un preventivo su un comparatore di prodotti assicurativi.

I primi dati solitamente richiesti sono quelli anagrafici di chi intende sottoscrivere la polizza. Da questo punto di vista molto importante è il luogo di residenza, da considerare nel caso in cui l’edificio da assicurare sia ubicato in un luogo diverso rispetto alla residenza. Questo fattore è molto importante, in quanto al comune di ubicazione è correlato il fattore di rischio legato all’abitazione soprattutto per quanto riguarda le assicurazioni contro i furti e l’eventualità che si verifichino eventi naturali o atmosferici potenzialmente dannosi.

Di solito non ci sono differenze sostanziali se il comune di residenza è vicino a quello di ubicazione dell’edificio da assicurare, anche se esistono eccezioni con differenze di quotazioni anche per paesi limitrofi.

Le sezioni del preventivo

Come anticipato la prima sezione è quella relativa ai dati anagrafici, a cui si aggiungono i dati relativi alla casa. In particolare vengono richiesti:

  • Il tipo di fabbricato: cioè se si tratta di un condominio, di un piccolo edificio o di una villetta o di una villa
  • La tipologia d’uso: che può variare tra proprietà, affitto, concessione in affitto
  • La dimora abituale: cioè se l’edificio o l’appartamento è utilizzato come domicilio o meno
  • La superficie dell’abitazione: complessiva o escluse le pertinenze
  • La somma da assicurare: che può essere anche diversa rispetto al valore di mercato della casa o al momento dell’acquisto
  • La rata di pagamento: unica, mensile o con altre periodicità. Questo aspetto in particolare può differire notevolmente a seconda del prodotto scelto, in quanto non tutte le compagnie assicurative offrono le medesime possibilità in merito

Come confrontare le assicurazioni per la casa

Il confronto tra i diversi prodotti assicurativi per la casa deve avvenire prendendo in considerazione in primo luogo il tipo di copertura offerta. Infatti se nel linguaggio comune si usa il termine generico di assicurazione casa, nel campo assicurativo i diversi prodotti differiscono tra loro per le coperture, che possono ad esempio limitarsi allo scoppio e incendio (è la polizza richiesta di solito in caso di sottoscrizione di un mutuo) o comprendere pacchetti completi di protezione globale dell’immobile, del suo contenuto e della famiglia.

Per un confronto davvero reale è bene quindi avere chiaro con quale tipo di prodotto si ha a che fare; da questo punto di vista molto utile è l’utilizzo di un comparatore online che propone prodotti confrontabili in base alle caratteristiche selezionate in fase di inserimento dei dati.

Responsabilità civile: proprietà vs conduzione e famiglia

Un approfondimento a parte merita la copertura per responsabilità civile. Con questa definizione si intende la protezione dai danni causa verso terzi, al pari di quanto avviene con le assicurazioni per i veicoli.

Nell’ambito delle polizze casa, si distingue tra due tipi di responsabilità civile e cioè:

  • RC proprietà
  • RC conduzione e famiglia

La prima riguarda i danni derivanti direttamente dalla proprietà e dalle sue pertinenze, mentre la seconda è relativa ai comportamenti di coloro che possiedono o utilizzano la proprietà. I due ambiti sono facilmente confondibili tra loro, ma un esempio aiuterà a chiarire.

Supponiamo che un appartamento subisca dei danni a causa della rottura di un tubo dell’acqua al piano superiore. In questo caso il danno è coperto dalla RC proprietà, in quanto è stato causato da un guasto all’immobile. Supponiamo invece che lo stesso danno sia stato causato dal tubo di una lavatrice che scarica in un lavabo, non posizionato correttamente. In questo caso il danno è coperto solo se si ha sottoscritto una polizza con responsabilità civile per conduzione, in quanto il danno, seppure equivalente al precedente, è stato causato dal comportamento non corretto di chi possiede o ha in affitto la casa.

COME FARE – in caso di dubbio sul tipo di fabbricato. In caso di possesso di un’abitazione, di solito la tipologia è conosciuta, ma in caso di dubbio è sempre possibile fare riferimento ai documenti catastali, che attestano la classificazione ufficiale dell’immobile. La registrazione al catasto è utile anche nel caso in cui non si conosca la metratura complessiva, un dato sempre richiesto per la stipula di un’assicurazione casa.

Rate di pagamento

Torniamo su un aspetto del quale abbiamo accennato in precedenza, e cioè le rate di pagamento proposte nei preventivi per polizze casa. La periodicità del pagamento varia a seconda del prodotto e della compagnia scelta; in alcuni casi è richiesto il pagamento annuo, mentre in altri casi è possibile un pagamento mensile della polizza.

Un caso particolare è invece quello della sottoscrizione di una polizza casa presso lo stesso istituto bancario che ha concesso un mutuo. In questo caso è possibile richiedere che l’assicurazione sia inclusa nella rata di restituzione del mutuo. Consigliamo però di fare attenzione q questo tipo di offerte e di confrontare con altri prodotti analoghi prima della sottoscrizione del contratto, in quanto non è detto che l’istituto bancario proponga sempre condizioni più convenienti rispetto a quelle praticate da altri soggetti.

Il preventivo per assicurazione casa: come funziona
Vota Questo Articolo


⇒ Preventivi Assicurazioni Casa

Ultimo aggiornamento: 15/11/2018

Hai dubbi? Facci una domanda!