Assicurazione capofamiglia

Scopriamo come funziona una polizza capofamiglia, a partire dalla definizione della stessa, fino alla richiesta di un preventivo online, passando per eventi assicurabili ed esclusi dalla copertura.

(Potrai leggere il resto dopo, con calma.)


Definizione: il capofamiglia e le responsabilità verso terzi

La polizza capofamiglia, definita anche come RC capofamiglia o responsabilità civile famiglia, è una polizza assicurativa che appartiene ai prodotti assicurativi per la casa, pur avendo caratteristiche specifiche che esulano dall’abitazione intesa come edificio.

La polizza capofamiglia infatti è stata pensata per assicurare tutte le persone che rientrano all’interno dello stesso nucleo famigliare contro gli incidenti che possono verificarsi nella vita di tutti i giorni e che coinvolgono terzi o le loro proprietà.

Nel nucleo famigliare non sono inclusi solo i componenti, ma anche gli animali domestici, come avremo modo di spiegare in seguito. Questa tipologia di polizza copre dai danni causati involontariamente dagli adulti, ma assicura anche la protezione nel caso in cui un atto illecito sia compiuto da un minore.

Polizza famiglia: per quali eventi?

Come si può dedurre dalla definizione data nel paragrafo precedente, sono moltissimi gli eventi per i quali un’assicurazione RC capofamiglia consente di assicurarsi. Vediamoli nel dettaglio.

Cane e altri animali domestici

La polizza capofamiglia copre dai danni causati da tutti gli animali domestici legalmente posseduti e detenuti per scopi privati. Sono quindi esclusi gli animali cosiddetti da reddito all’interno di una specifica attività lavorativa. Questo tipo di assicurazione, talvolta conosciuta come “assicurazione capofamiglia e cane” consente di far fronte a tutti i danni causati dall’animale, anche in caso di smarrimento o di fuga.

Infatti secondo il codice civile in vigore, chiunque sia un possesso di un animale domestico o sia incaricato della sua custodia, è responsabili per i danni causati all’animale, sia che essi interessino cose o persone.

I danni verso terzi

Un secondo ambito di applicazione della polizza RC capofamiglia riguarda i danni causati dai componenti del nucleo famigliare o dall’edificio verso terze persone. Tra questi sono compresi i danni derivanti dalla conduzione del fabbricato, tra i quali citiamo ad esempio la caduta di un oggetto da una finestra che causa danni a un passante.

Sono inclusi nei danni verso terzi anche quelli causati, anche volontariamente, dai figli minorenni. In questa categoria rientrano anche i fatti dolosi o quelli illeciti, ma solo se compiuti da ragazzi di età inferiore ai 18 anni. La tipologia di eventi è di conseguenza molto vasta, ma citiamo a solo titolo di esempio i danni derivanti dalla guida di un veicolo senza la necessaria autorizzazione, come potrebbe avvenire nel caso in cui un minore sottragga l’automobile dei genitori.

Un’ultima importante tipologia di eventi coperti dall’assicurazione capofamiglia riguarda i danni derivanti dallo scoppio o dall’incendio di beni di proprietà della famiglia, compresi veicoli a motore, come potrebbe avvenire nel caso di veicoli parcheggiati nelle pertinenze dell’abitazione.

Altri eventi

Tra gli altri eventi coperti dalle assicurazioni RC capofamiglia citiamo i danni derivanti dall’uso di armi. In questa categoria rientrano i danni alle persone compiuti da chi detiene legalmente un arma. SI applica la copertura solo nel caso in cui l’utilizzo dell’arma sia legato ad un episodio di legittima difesa, ma specifiche limitazioni possono variare da un prodotto assicurativo all’altro.

DA SAPERE – l’assicurazione capofamiglia è considerata una delle assicurazioni più complete per gli eventi che possono riguardare il nucleo famigliare, con un ottimo rapporto tra prezzo ed eventi assicurabili.

Eventi esclusi dall’assicurazione

Per conoscere nello specifico tutti gli eventi esclusi, è necessario fare riferimento ai fogli informativi e ai preventivi di ogni prodotto assicurativo. In generale però di solito questo tipo di assicurazione esclude alcune tipologie di eventi.

In genere sono esclusi dalla copertura i danni causati volontariamente o involontariamente ai componenti del nucleo famigliare, che non possono quindi essere considerati come terzi.

Sono inoltre esclusi tutti i danni causati volontariamente a terzi dai componenti maggiorenni del nucleo famigliare.

Sono esclusi inoltre gli eventi che si verificano durante l’utilizzo di armi per scopi di caccia, in quanto questa tipologia di eventi deve essere assicurata tramite prodotti specifici, di solito denominati come polizza cacciatore.

In linea più generale sono infine esclusi tutti gli eventi per i quali sono previste polizze assicurative specifiche, come quelle relative allo svolgimento dia attività professionali, i danni relativi alla proprietà del fabbricato, quelli causati dal possesso di animali non definibili come domestici e quelli derivanti dal possesso o dalla circolazione di veicoli.

Come scegliere un’assicurazione capofamiglia

Pur essendo un prodotto assicurativo che consente di proteggersi da un numero elevato di eventi, le assicurazioni capofamiglia non sono tuttavia una tipologia di assicurazione complessa.

Tuttavia, prima della scelta, consigliamo sempre di verificare gli eventi esclusi e le clausole presenti nei contratti, che possono variare notevolmente da un prodotto all’altro.

In molti casi l’assicurazione RC capofamiglia è proposta insieme ad altre tipologie di assicurazione, come ad esempio una generica assicurazione sulla casa. In questo caso un confronto è sempre necessario, con particolare attenzione a tutte le componenti del prodotto proposto.

Prima della scelta consigliamo sempre di effettuare un numero congruo di preventivi e di utilizzare un comparatore online per essere certi di ottenere preventivi semplici da confrontare tra loro.

La richiesta del preventivo online

La richiesta di una polizza capofamiglia online è un’operazione molto semplice, in quanto i dati da inserire sono davvero pochissimi. Di solito vengono richiesti:

  • La professione del capofamiglia
  • Il numero di componenti famigliare
  • La presenza di animali domestici
  • Eventuali incidenti pregressi relativi alla copertura

In seguito di solito è necessario inserire i dati anagrafici relativi al contraente. In caso di polizza online, i preventivi richiedono pochissimi secondi per la preparazione; talvolta sono presentate anche soluzioni in abbinamento ad altri prodotti, come alle più generiche polizze casa.

Diverso è invece il caso in cui l’RC capofamiglia sia legata nello specifico ad un’assicurazione per la casa; in questo caso infatti l’assicurazione famigliare è proposta come prodotto opzionale rispetto alla polizza casa principale, e di conseguenza i dati richiesti saranno quelli di un preventivo per polizze casa. Rimandiamo alla scheda specifica per il dettaglio su questo aspetto e su altri elementi tipici delle polizze casa.

Assicurazione capofamiglia
5 (100%) 1 vote


⇒ Preventivi Assicurazioni Casa

Ultimo aggiornamento: 15/11/2018

Hai dubbi? Facci una domanda!